La passione per il legno penso di averla sempre avuta perché sin da piccolo mi divertivo nelle botteghe dei falegnami vicine alla casa dei nonni. Questa passione però, per le varie vicissitudini della vita, era sempre rimasta come quei famosi sogni chiusi nel cassetto. Poi circa una decina di anni fa  lessi un articolo sulla tornitura, con foto che mi colpirono particolarmente. L’articolo descriveva la costruzione di piccoli oggetti che in pochi passaggi potevano essere realizzati. Quindi da perfetto autodidatta acquistai un tornio (100 Euro), per intenderci quelli fatta di latta, 3 sgorbie, e così cominciai a fare trucioli. Ovviamente dopo poco tempo capii che per continuare avrei avuto bisogno di un tornio vero, qualcosa di serio per affilare i ferri, ma soprattutto di qualcuno che mi insegnasse le basi della tornitura. Fu così che nel 2013 feci un primo corso con Lodovico Grippa e poi un ulteriore corso di scavo con Lorenzo Franceschinis. Grazie ai loro insegnamenti ho avuto  la grande soddisfazione di vedere un mio lavoro premiato al concorso di Rovato del 2018. In questi anni ho provato a realizzare vari oggetti ma quelli che mi danno più piacere sono i pezzi scavati ricavati da legni ammalorati (per intenderci quelli “spalted”). Mi piace molto infatti procurarmi questi legni durante le escursioni in montagna con il segaccio nello zaino. 

Copyright © 2019 A.I.A.T.L.
Vai alla barra degli strumenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi