Giampiero Quarta è natoa Carmiano (Le) nel 1957, sin da piccolo trascorre il suo tempo libero dagli impegni scolastici nella bottega del padre falegname; giocando tra i trucioli e la segatura si inebria del profumo del legno che diviene per lui sempre più familiare. All’età di 15 anni apprende i fondamenti della tornitura lignea da un anziano tornitore e per un certo periodo, primi anni ’70, realizza per suo padre lavori esclusivamente funzionali alla falegnameria. Dopo questo breve periodo,abbandona la tornitura per intraprenderegli studi artistici,frequentando prima il Liceo Artistico e poi l’Accademia di Belle Arti, conseguendo successivamente anche l’abilitazione all’insegnamento di “Discipline plastiche”nella scuola secondaria. Dal 1985 è docente di ruolo per l’insegnamento di Tecniche e tecnologie della scultura, del marmo e delle pietrepresso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, dove ha svolto per qualche anno anche l’incarico di pro-direttore. La sua produzione artistica spazia dalla figurazione all’astrazione prediligendo forme pure, rigorosamente e razionalmente costruite, le quali, pur non essendo strettamente legate alla realtà oggettiva, risentono del rapporto diretto con la natura.                                                                                           Ha partecipato a diverse mostre, rassegne e manifestazioni d’arte, tra queste vale ricordare: 3^ (2004) e 4^ (2006) Triennale d’Arte Sacra Contemporanea –sez. Premio “Paolo VI”, Seminario Arcivescovile –Lecce;19^ (2006) e 20^ (2007) Rassegna d’Arte Sacra –PRO ARTE PRO DEO –Monteroni; 54^ BIENNALE DI VENEZIA(2011) –Padiglione Italia Sez. Puglia –ex convento dei Teatini -Lecce; MUR’ART (2012) -Galleria d’arte contemporanea “open air” nel centro di Bari;SIMPOSIO DELLA SCULTURA(2012) -Chiesa di San Michele Arcangelo -Auditorium delle Scuole Pie –Brindisi;  MUR’ART (2013) 2^ edizione -Galleria d’arte contemporanea “open air” nel centro di Bari; Kunstausstellung -Mostra di pittura e scultura (2013)-Bürgerhaus-grosser Saal -Lorch -Germania;Adriatica la via dell’Arte (2015 e 2016) -Museo Antichi Forni –Macerata. Nel 2004 ha ottenuto il 1° premio per la scultura –Concorso europeo “Trofeo Fiera Mostra” sez.Arte,  nell’ambito della 47^ edizione della Fiera Mostra del Ferragosto Ostunese. Nel corso della sua attività artistica ha realizzato opere in cemento, bronzo, marmo, pietra e terracotta. Le principali opere sono presenti in spazi pubblici e in raccolte pubbliche e private, tra queste: 2000 -al M.I.M.A.C. (Museo Internazionale Mariano di Arte Contemporanea) presso la Fondazione Don Tonino Bello –Alessano; 2002 -alla Pinacoteca d’Arte Sacra “San Vito Martire” –Tricase; 2003 -alla Civica Pinacoteca Comunale –Poggiardo; 2006 -al ProArteProDeo Museum -Monteroni; 2012 -al MAP -Museo Mediterraneo dell’Arte Presente -Brindisi; si ricorda, inoltre, larealizzazione della Via Crucisin bronzo per la Chiesa “Maria  SS. Assunta”di Carmiano (Le). La riscoperta della tornitura lignea avvienesolo qualche anno fa, dopo circa 40 anni da quella breve esperienza giovanile nella falegnameria paterna. Accade che navigando su internet si imbatte casualmente in alcuni lavori realizzati da artisti tornitori inglesi, americani ed australiani, rimanendo affascinato dalla loro bellezza e particolarità, molto lontana dalle forme di quei lavori realizzati a suo tempo per esigenze di falegnameria. Decide, quindi, di comprare un piccolo tornio e di riprendere,nel tempo libero,a torniregrazie anche ai suggerimenti di alcuni amici conosciuti su alcuni forum. Nei sui lavori di tornitura si consideraun apprendista che cercadiconiugare le conoscenze artistiche con quelle tecnico-operativeproprie della tornitura lignea,in una continua ricerca di ulteriori miglioramenti. 

Copyright © 2019 A.I.A.T.L.
Vai alla barra degli strumenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi